Accettazione

Gli utenti accedono ai Servizi del Centro di Riabilitazione “Franca Martini”, ATSM mediante richiesta scritta del medico curante o di colleghi specialisti operanti presso altri ospedali. Possono accedere al Servizio adulti con patologie neurologiche centrali e periferiche e bambini con patologie neurologiche, disturbi del comportamento e dell’apprendimento.
Gli utenti consegnano in segreteria i propri dati ed eventuali fotocopie di cartelle cliniche e precedenti visite e riferiscono la necessità o meno di trasporto da parte del Centro.
La segreteria informa il medico dei nominativi, inserisce i pazienti in visita e comunica loro telefonicamente giorno e ora della visita.
Durante la visita fisiatrica si prendono in considerazione precedenti visite eseguite dal paziente, la diagnosi formulata, lo stato attuale del paziente mediante esame obiettivo e infine l’iter valutativo terapeutico che il paziente dovrà eseguire.
Le valutazioni dei vari membri dell’equipe si svolgono nell’arco di 15 – 20 giorni dopo la visita medica. Viene fatta poi una riunione tra equipe, paziente e familiari definita “presentazione” per poter formulare obiettivi comuni di trattamento, informare il paziente dei deficit riscontrati durante le valutazioni e le modalità riabilitative per provare a recuperare le funzioni deficitarie, coinvolgere i familiari affinché le terapie e le modalità operative vengano proseguite a domicilio.
Con i familiari si concorda se necessario una visita domiciliare per l’abbattimento di barriere architettoniche presenti (bagno, scale, ascensore, ecc.) o per ausili indispensabili per la cura personale, gli spostamenti e le attività quotidiane.
Pianificati gli obiettivi e decisa la priorità terapeutica qualora il paziente dovesse sottoporsi a più terapie, viene stabilita la frequenza settimanale e con il segretario si “incastrano” le terapie per permettere al paziente di seguire più trattamenti nell’arco della giornata. Viene deiso in equipe se il paziente necessita di trasporto o se è in grado di usare i propri mezzi o mezzi pubblici per recarsi al Centro.
Dopo un mese di trattamento l’equipe discute nuovamente gli obiettivi iniziali posti per ogni singolo paziente per pianificare eventuali nuovi obiettivi iniziali , allo scopo di ampliare il raggio d’azione e raggiungere eventuali nuovi obiettivi o per valutare la necessità di nuove terapie o l’utilizzo di altre tecniche terapeutiche.
indietro